Serie TV

La miniserie Atlantic Crossing, basata sulla vera storia della principessa ereditaria norvegese Märtha, andrà in onda su Rai 3 da venerdì 18 giugno

La miniserie norvegese Atlantic Crossing andrà in onda in tre prime serate, alle 21.20, su Rai 3 venerdì 18, venerdì 25 e sabato 26 giugno. La serie fa luce sia sulla vita dietro le mura della Casa Bianca, sul matrimonio non convenzionale di Franklin ed Eleonor, oggetto di innumerevoli rumors, ma soprattutto sul ruolo effettivo della principessa ereditaria Märtha nella guerra.

La serie è realizzata con enorme valore produttivo da Cinenord in coproduzione con Beta Film per NRK. Alexander Eik è il regista e co-sceneggiatore di Atlantic Crossing in collaborazione con Linda May Kallestei. Nel cast troviamo il due volte candidato agli Emmy Kyle MacLachlan nel ruolo del presidente americano Franklin Delano Roosevelt. Mentre, la carismatica Sofia Helin indossa i panni della Principessa Martha di Norvegia.

Cinenord, NRK

La sinossi di Atlantic Crossing

La miniserie norvegese è basata sulla vera storia della principessa ereditaria norvegese Märtha che, per salvare il suo paese, senza temere scandali e soprattutto senza temere di mettere a rischio il proprio matrimonio con il principe Olav, combatte con l’arma della diplomazia sensibilizzando politici e soprattutto l’opinione pubblica. Atlantic Crossing” offre una prospettiva unica e inedita sui tragici eventi della Seconda Guerra.

A Washington, la principessa Märtha sviluppa ben presto uno stretto rapporto con il presidente Franklin D. Roosevelt. Il loro rapporto, negli anni, si trasformerà in un profondo affetto. Martha si sforza di convincere Roosevelt ad aiutarla a salvare il suo paese e l’Europa dai nazisti, ma il presidente inizialmente non vuole deludere i suoi elettori, fortemente contrari a essere coinvolti nella guerra. A questo punto, Märtha si rende conto di dover cambiare il suo modo di vivere, fino ad allora impostato sulla discrezione e la protezione personale, e in virtù della sua posizione influenzare l’opinione pubblica.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: