Cinema

Ryan Reynolds: «Blake Lively mi ha aiutato a scrivere ‘Deadpool’, ma il suo talento non viene riconosciuto a causa del sessismo dell’industria cinematografica»

Nel 2018, Ryan Reynolds ha curato la sceneggiatura del film di successo Deadpool che lo vede anche come protagonista. In un’intervista con SirusXM (via Insider), Reynolds ha rivelato che uno dei segreti del suo successo come scrittore è Blake Lively, sua moglie, anche se l’attrice non ottiene un reale riconoscimento nell’industria cinematografica.

Ryan Reynolds ha rivelato: “Scrivo su molte sceneggiature dei miei film. È stato un meccanismo di sopravvivenza per me. A volte sono accreditato, a volte no. Blake mi ha aiutato così tanto in ‘Deadpool’ ed in tutti i film che sono stati dei grandi successi. Ci sono molti scritti che ho fatto e che in realtà erano scritti da Blake; Blake prendeva la tastiera e mi diceva: “Che ne dici di questo?” Ed io le dicevo: “È incredibile”. Lei è una persona davvero talentuosa e multi sillabata”

Instagram

L’artista ha aggiunto che, spesso, racconta ai registi e ai produttori il lavoro svolto da Blake Lively sulle sceneggiature, ma il merito finisce per andare a lui. L’attore spiega: “Forse perché c’è un sessismo intrinseco nel business cinematografico. Ma lo dirò molte volte: ‘L’ha scritto Blake non l’ho scritto io”.

Così, Ryan Reynolds ha ammesso che il “sessismo intrinseco” di Hollywood potrebbe impedire a Blake Lively di essere riconosciuta per le sue idee.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: