Serie TV

Emma Corrin e Regé Jean Page dialogano insieme sul successo di The Crown e di Bridgerton

Variety e PBS SoCal hanno preparato la quattordicesima stagione della loro serie “Variety’s Actors on Actors “, vincitrice di un Emmy. La nuova stagione debutterà il 18 giugno su PBS SoCal.

Una coppia di attori ha discusso insieme dei loro ultimi lavori, intervistandosi a vicenda. Tra i nomi spiccano Emma Corrin e Regé Jean Page. La star di Bridgerton ha dialogato con l’attrice di The Crown.

Regé ed Emma hanno posto degli interessanti punti di riflessione sul successo delle due serie, disponibili su Netflix, che hanno appassionato milioni di spettatori nel mondo, negli ultimi mesi.

Emma Corrin ha chiesto a Regé se si aspettasse tutto questo successo ed ha esordito così: “Bridgerton è stato geniale. Ho visto le statistiche ed un numero incredibile di persone ha guardato la serie. Vi aspettavate che diventasse un fenomeno del genere?”

Variety

Regé Jean Page ha risposto: “Credo che nessuno si aspetti mai un fenomeno. Sicuramente quando stai girando una serie del genere, senti una grande speranza. Vuoi fare qualcosa che le persone guardino ed amino. Vuoi fare qualcosa che porti gioia. Immagino sia stato così anche per te, quando sei entrata a far parte di The Crown”.

Emma Corrin ha raccontato il momento in cui ha ottenuto la parte dell’amata principessa Diana, affermando: “Quando ho ottenuto la parte, ho sentito quel folle senso di responsabilità nell’interpretare Diana. Era quasi terrificante. Ma mi sono focalizzata sul personaggio e mi sono chiesta: Dove trovo il mio appiglio per interpretarla? Cosa mi interessa raccontare di lei? Ho cercato di lasciare tutto il resto dietro di me. The Crown è fantastica come serie. C’è tanto lavoro ed abbiamo molto tempo per preparare il personaggio”.

Regé Jean Page ha riflettuto ed ha concordato sull’idea di Emma su quanto sia importante entrare nei panni del personaggio e lasciare indietro la pressione delle aspettative degli altri sul successo di un progetto: “Credo che sia bello cancellare il rumore intorno e cercare lo spazio gioioso per costruire il tuo personaggio, dove la magia accade. Mi piace indossare le scarpe dei personaggi che interpreto. Il primo giorno, sono sceso dall’aereo ed ho indossato gli stivali di Simon. Lo faccio sempre. Il modo in cui mi sono allenato per interpretarlo è stato molto fisico. Perché credo che il tuo stato psicologico si esprime attraverso il tuo corpo. E poi, quello che fai con il tuo corpo cambierà il tuo stato psicologico. Così, una delle prime cose che faccio per interpretare un personaggio, è cercare le sue scarpe perché le scarpe che indossi, ti cambiano”.

Inoltre, Emma Corrin ha ricordato ciò che voleva raccontare della figura della Principessa: “Diana aveva una sorta di sfrontatezza e timidezza che le tornava utile. Quando ho indossato la parrucca, abbiamo pensato a lei che aveva una frangia che sembrava quasi uno scudo. Volevo far emergere quella pressione che sentiva, con tutti gli occhi della famiglia reale e delle persone puntati su di lei”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: