Cinema

Gale Anne Hurd: «La Disney contro Scarlett Johansson? Le donne sono giudicate in modo diverso dagli uomini all’interno dell’industria cinematografica»

La produttrice di ‘The Terminator’ Gale Anne Hurd ha rilasciato un’intervista a Variety e si è esposta sulla causa legale tra Scarlett Johansson e la Disney. Nelle scorse settimane, Scarlett Johansson ha deciso di far causa alla Disney per la pellicola Black Widow di cui è protagonista. Secondo quanto riportato dai suoi legali, il suo contratto è stato violato con la scelta di far uscire il film in contemporanea sia nelle sale cinematografiche sia sulla piattaforma streaming Disney+.

L’attrice ha sostenuto che secondo gli accordi con la Marvel Entertainment veniva garantita l’uscita esclusiva in sala. Quindi, il suo compenso sarebbe stato basato in gran parte sulla riuscita degli incassi di Black Widow al botteghino.

La Disney ha replicato duramente alle accuse di Scarlett Johansson, affermando: “Non c’è alcun merito per questo deposito legale. La causa è particolarmente triste e angosciante per il suo insensibile disprezzo per gli orribili e prolungati effetti globali della pandemia di Covid- 19. Disney ha pienamente rispettato il contratto della signora Johansson e inoltre, l’uscita di Black Widow su Disney+ con Premier Access ha notevolmente migliorato la sua capacità di guadagnare un compenso aggiuntivo oltre ai 20 milioni di dollari che ha ricevuto fino ad oggi”.

Gale Anne Hurd – Rebecca Cabage

Le associazioni Women In Film, ReFrame e Time’s Up hanno, sin da subito, condannato, in una dichiarazione congiunta, la Disney per il suo “attacco di genere” nei confronti della Johansson. Anche Gale Anne Hurd si è schierata dalla parte di Scarlett Johansson. Nel corso dell’intervista, Variety ha chiesto alla produttrice: Cosa ne pensi della causa tra Scarlett Johansson e Disney? C’è stato un notevole contraccolpo contro di lei, sarebbe successo se uno dei protagonisti maschili della Marvel avesse presentato le stesse affermazioni?

Gale Anne Hurd ha dichiarato: “Perché qualcuno dovrebbe essere sorpreso? Ho sentito che la Disney ha rivelato che il suo stipendio è di 20 milioni di dollari, ma perché è così sorprendente? Fa film in tutto il mondo, è chiaramente una persona che può farlo con coerenza e nessuno mette in dubbio gli stipendi degli attori, invece. Penso che le donne siano giudicate in modo diverso dagli uomini nell’industria cinematografica. Il progresso richiederà tempo, non cambi gli atteggiamenti delle persone e le loro percezioni e i pregiudizi che hanno già da un giorno all’altro”.

Inoltre, la produttrice di “The Terminator”, “Aliens” e “Armageddon” ha parlato dell’uguaglianza di genere che spera si possa ottenere definitivamente all’interno dell’industria cinematografica:

“Tuttavia, stiamo facendo molti progressi in questo senso. Tanti altri film, che si tratti di “Nomadland” o “Wonder Woman”, sono guidati da donne e si stanno rivelando di successo. Hai l’universo DC con protagoniste donne, l’universo Marvel con protagoniste donne, e poi ci sono i vincitori dell’Oscar con protagoniste donne”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: